Un nuovo gruppo si aggiunge agli RSW Artists, loro sono i Dirty Hands!

 

“Dei brani che abbiamo inciso tutti ci piacciono, perché rispecchiano noi a tutti gli effetti, quello che noi siamo, come musicisti e come fruitori di musica.”

Ascolta l'intervista ai Dirty Hands!

      RSW-INTERVISTA-FRANIEDDU

Un secondo album in lavorazione

A raccontarsi in questo #AudioArticolo è un grande chitarrista del panorama musicale sardo, Francesco Nieddu, che con i Dirty Hands da moltissimo tempo sta facendo apprezzare la propria musica nella nostra isola. Ma cosa stanno facendo i Dirty Hands in questo periodo? Stanno lavorando al secondo album e sono già arrivati a metà del loro compito, perché hanno pronti cinque brani più altri due in via di sviluppo. Questo significa che l’idea di base c’è, si prova in sala e si riprova, si rivedono un minimo di cose legate a gli arrangiamenti che comunque saranno il prossimo step nei mesi successivi. La band di Cagliari si è messa sotto e stanno lavorando duramente per fare in modo che il nuovo disco esca entro il 2016, anche perché nel 2016 i Dirty Hands festeggeranno i loro dieci anni insieme.

Dirty Hands

La musica è un mondo dove rifugiarsi

L’idea di festeggiare dieci anni di attività con la band, a Francesco Nieddu, piace tantissimo perché ha capito che la musica, a determinate condizioni, diventa anche un percorso di vita che fai con altre persone. Francesco ama la musica, ama essere coinvolto nella musica, la musica per lui è un mondo a parte dove rifugiarsi ed è anche per questo che non ha un vero e proprio pezzo a cui è affezionato: in realtà tutti quelli che ha inciso sono un po’ come figli suoi,li apprezza tutti. 
I Dirty Hands si formano a Cagliari nell’ estate 2006, dall’ idea del chitarrista Francesco Nieddu. La sua intenzione è quella di formare un gruppo rock-blues memore della lezione dei grandi gruppi dei ’60-’70. Un suo vecchio amico, Tommaso Pintori, nonostante un passato (e un presente) glorioso da chitarrista, si propone come batterista. Stimolati dal nuovo progetto e dalla nuova sfida, i due si buttano alla ricerca del bassista, ricerca che non tarda nel dare i suoi frutti, perchè Davide Ancis, amico di vecchia data, si fa avanti entrando nel gruppo.

Finalmente in quattro!

A questo punto le idee sono più chiare: rock blues semplice e diretto….non resta che trovare un cantante adatto al genere. La fortuna vuole che tramite un inserzione su un giornale, William Rossi, cantante dalla voce calda ed espressiva e armonicista di talento, entra in contatto con la band e finalmente completa il gruppo. Subito nasce una grande sintonia tra i quattro…che si divertono suonando svariati concerti in giro per l’amata isola. Nell’estate del 2010 purtroppo le strade musicali dei “Dirties” e quella di Davide si dividono… un nuovo membro si unisce presto al gruppo, si tratta di Valter Spada, bassista di grande esperienza.
In sostanza la band è questa: tanto entusiasmo, tanta passione per la musica, voglia di suonare blues-rock ma soprattutto voglia di mettersi sempre in discussione e divertirsi su un palco. E’ una faticaccia….ma qualcuno lo deve pur fare!

Segui i Dirty Hands su Facebook!