Simona Soddu si racconta ai microfoni di Radio Sardegna Web!

“Quando senti della musica e senti proprio il bisogno di voler far uscire quel suono dalle tue dita.”

Ascolta l'intervista a Simona Soddu!

      RSW-INTERVISTA-SimonaSoddu

Scopriamo il mondo di Simona Soddu, Artista di Radio Sardegna Web, che ci ha rilasciato l’intervista che potete ascoltare in cima a questo articolo, dove la chitarrista sarda si racconta, lasciando trasparire un ritratto di una musicista forse un po’ anomala considerando i tempi in cui stiamo vivendo.

La musica è ciò che davvero conta

Mi spiego meglio, Simona è pacata e sicura di sè e non ha la smania di mettersi in mostra, nonostante potrebbe tranquillamente permetterselo perché ha davvero un gran talento. Come in tante storie di musicisti la passione è nata dopo una prima fase di “emulazione” grazie alla presenza dal fratello che già suonava lo strumento. Poi è arrivato John Petrucci e i Dream Theater, l’impulso che le ha fatto capire quale sarebbe stata la sua strada. Simona Soddu Quello che traspare fin da subito di Simona è il suo non volersi lamentare per quelle situazioni che un musicista si ritrova ad affrontare nella sua carriera, anzi al contrario riesce a descrivere l’ambiente musicale sardo come un territorio dove ci sono molti talenti e che nonostante i non tantissimi locali dove potersi esibire,  ci si muove con quelli che ci sono con la speranza  che la situazione un giorno non molto lontano possa cambiare.

“Leftovers” il primo disco di inediti

“Leftovers”, in rotazione sul palinsesto della nostra emittente, è il suo primo album di inediti, di cui Simona ha registrato sia le parti di basso che di chitarra. Un disco strumentale questo suo primo lavoro, scritto non per mettere in risalto un solo strumento con sfoggio di grandi parti tecniche, quello che ci si aspetterebbe da una chitarrista solista, ma un lavoro che mette al centro la composizione della canzone per intero. Come ci spiega nella sua intervista da ascoltatrice e da appasionata per quanto si dichiara una “metallara incallita”, non si limita all’ascolto di quel solo genere ma anche altri stili e questo suo approccio l’ha influenzata nella scrittura e dell’album. E per ora stanno arrivando già i primi risultati uno di questi è l’intervista per il magazine Guitar Club e il caso ha voluto che in copertina ci fosse proprio quel John Petrucci che l’ha fatta innamorare dello strumento che oggi Simona suona. E Leftovers come lei stessa ci consiglia è un ottimo compagno di viaggio per chi ama guidare e ascoltare musica, per andare senza una meta precisa lasciandosi trasportare. Un viaggio che Simona che ha iniziato e noi di Radio Sardegna Web le auguriamo di arrivare molto lontano.

Segui Simona nei suoi canali social!