La Prima volta in Toelettatura

Scopriamo come approcciarci alla prima toelettatura del nostro amico a quattro zampe.

Abituare il proprio amico a 4 zampe ad un’adeguata cura ed igiene dello stesso, è un gesto di rispetto e amorevolezza nei suoi confronti. L’igiene ha un valore educativo ed è una prassi naturale nel primo periodo di vita del cane.
Infatti la mamma quando nasce la cucciolata, nei primi 20 giorni di vita con amore, tenacia e determinazione, si occupa totalmente dell’igiene dei suoi piccoli ed insegna loro le regole sociali.
Successivamente la mamma gradualmente lascia maggiore indipendenza ai suoi cuccioli e pian piano l’essere umano iniziando dall’allevatore abituerà il cucciolo ad essere manipolato, accarezzato in tutte le parti del corpo, rendendo piacevole il contatto con le persone e imprintando al meglio i cuccioli sugli essere umani.
Poi il nostro piccolo indifeso ma molto furbo cucciolotto, arriva a casa del nuovo amico umano e saprà valutare da subito chi ha di fronte provando a gestire tutto lui.

Le regole sociali per una serena convivenza

A questo punto il conduttore dovrà far conoscere e rendere piacevoli al suo cucciolo le regole sociali per una corretta e serena convivenza insieme .
In questo caso prendiamo in considerazione solo all’aspetto della cura e dell’igiene.

Quindi alcune delle difficoltà che può trovare il cane quando arriverà in toelettatura sono:

• persone e ambiente nuovi
• rumori vari ( PHON, soffiatore…..)
• contatto con l’acqua
Il conduttore, per consentire al suo cane di vivere con serenità sia in casa che in toelettatura la cura del manto e del proprio corpo , può adottare i seguenti accorgimenti:
• accarezzare da subito il cane in tutto il corpo ,
• chiedere al proprio toelettatore quale spazzola utilizzare e come . Quindi iniziare a spazzolare gradatamente il proprio cane a casa e poi anche fuori sopra un muretto o un tavolino. Ogni volta in un posto diverso e magari coinvolgendo qualche amico. Queste operazioni meglio farle in due perché il cucciolo potrebbe lanciarsi dal luogo dove viene posto.
• Abituare a casa il piccolo ai rumori del PHON
• controllare periodicamente orecchie e unghie

A che età portare la prima volta il cane in toelettatura?

L’ideale in genere è entro i sei mesi di età, se il cane è in ottima salute e ha terminato le vaccinazioni. Sullo stato di salute affidiamoci ai consigli del veterinario, sulla cura del manto al toelettatore, trovando così il momento più opportuno in cui portare per la prima volta il nostro cane in toelettatura .
Il toelettatore deve avere estrema sensibilità, nel primo approccio con il cucciolo e il suo conduttore appena entrano nel locale, nel primo approccio all’acqua e nell’asciugatura. Tutto questo è fondamentale perché tutti i successivi trattamenti siano vissuti serenamente.
Lo stripping e il taglio del manto può essere eseguito anche in giovane età ma le sedute devono essere brevi, meglio in questa fase non stancare e pressare troppo il cane, anche a discapito della precisione del lavoro, si avranno grandi vantaggi per entrambi in futuro. In questo caso i toelettatori invitano i conduttori ad insegnare ai loro cani a stare fermi, infatti tanti tendono o a lanciarsi dal tavolino o a dimenarsi rendendo più complicato il tutto.
I toelettatori ricordino di lodare e premiare spesso il cane quando è possibile e giusto farlo, rende più propositivo e piacevole il loro lavoro sia per il cane , che per il suo conduttore che è rimasto a guardare.

Il ruolo del conduttore

A proposito di questo, i conduttori , possono restare se il toelettatore si accorge che il cane non ne risente e restano sereni. Per i cani di grande mole con attitudini alla guardia e alla difesa , consiglio di educare il conduttore a stare sereno e come comportarsi nell’attesa e durante le fasi di toelettatura cane, in quanto da adulti alcuni soggetti sono molto più calmi e gestibili in loro presenza.
Come in altre situazioni veterinari , educaddestratori, toelettatori devono collaborare insieme per trasmettere al conduttore adeguate conoscenze e prassi che lo aiutino nel comunicare con il proprio cane, rendendo la vita di entrambi più appagante e serena.
L’igiene del cane a qualunque età ( pulizia del manto, controllo orecchie e unghie…) è una forma di rispetto e amorevolezza nei confronti del cane, inizia a casa con il conduttore è prosegue con il toelettatore, curando l’aspetto psicologico ed emotivo diventa un momento di assoluta dimostrazione d’affetto.