Elena Piseddu referente di Save The Children ci parla di “Illuminiamo il futuro”

 

Parliamo ancora di Strange4Children con Elena Piseddu, referente regionale per Save The Children, che anche quest’anno è passata a trovarci per sostenere la causa di Daniele Strano.

Elena Piseddu per Save The Children

      RSW-INTERVISTA-ELENAPISEDDU
Sono passati ormai 27 giorni da quando Daniele Strano ha lasciato la spiagga cagliaritana de il Poetto per iniziare la sua seconda circumnavigazione in solitario della Sardegna. Gli ultimi giorni non sono stati semplici, infatti il vento lo ha costretto a un nuovo stop ad Alghero. La tappa successiva prevvedeva una traversata di 40 km consecutivi, non semplice da portare a termine, specialmente quando il vento inizia a soffiare forte. Ne abbiamo parlato con Elena Piseddu che anche questa volta sostiene la causa, insieme a Save The Children e i volontari della Sardegna. Con Elena abbiamo affrontato diversi argomenti, andando a puntare l’attenzione verso il progetto a cui andranno i fondi raccolti da Daniele. Stiamo parlando di “Illuminiamo il futuro” la campagna che si occupa di un problema che ci riguarda molto da vicino. In Italia 1 milione di bambini vive in povertà assoluta e Save The Children ha attivato dal 2012 una campagna di sensibilizzazione e di aiuto, che stanno portanto alla creazione dei Punti luce.

Illuminiamo il Futuro

“I Punti Luce sono spazi ad alta densità educativa che sorgono in quartieri svantaggiati delle città. All’interno di questi spazi i bambini e le famiglie potranno usufruire di diverse attività: sostegno allo studio, laboratori artistici e musicali, gioco e attività motorie, promozione della lettura, accesso alle nuove tecnologie,educazione alla genitorialità, consulenze pedagogiche, pediatriche e legali.”

I Punti Luce

Per il momento ci sono 17 strutture attive in tutta Italia, una anche a Sassari, e speriamo presto di poterne scoprire altre, perché come ha giustamente sottolineato Elena, vedere un bambino impossibilitato a portare avanti il suo sviluppo emotivo ed intellettuale che potrebbe dargli un futuro migliore, è da vvero un peccato. Il Punto Luce di Sassari si avvale della collaborazione di UISP (Unione italiana sport per tutti), Comitato Provinciale di Sassari ed è a disposizione dei bambini dai 6 ai 16 anni. Con Elena abbiamo poi affrontato un altro argomento importante, ovvero il donare non solo attraverso le offerte, ma anche un po’ del nostro tempo. Così come la stessa Elena o Daniele fanno ogni giorni, cercando tra i momenti liberi di portare il loro aiuto verso queste cause che riguardano tutti, perché la povertà educativa non riguarda solo le periferie del terzo mondo, ma anche le nostre.

Punto luce Sassari

Dona anche il tuo tempo

Per sapere dove si trova Daniele in tempo reale, basta collegarsi al sito Strange4Children dove è anche possibile effettuare da casa le donazioni con il sistema Paypal e leggere i suoi diari di navigazione, scoprendo così quello che ha vissuto in queste giornate. Mentre se volete partecipare attivamente alle attività di volontariato di Save The Children, nella sezione “volontari” trovate tutti i contatti a cui rivolgervi.

Segui Strange4Children 2016 anche attraverso gli articoli di  Radio Sardegna Web,