Il Blues

La Sardegna è una fonte inesauribile di arte e artisti in cui la musica la fa da padrona, l’isolamento geografico probabilmente ne è concausa, uno dei pochi aspetti piacevoli scaturito da questa situazione.
Lo sviluppo musicale tocca indubbiamente più generi musicali, uno di questi è il Blues e in questo contesto possiamo annoverare oltre a tantissimi ottimi artisti anche una delle più longeve trasmissioni radiofonica che, partendo dalla Sardegna è riuscita in oltre 15 anni di attività a dar voce agli artisti blues italiani e internazionali, mettendo indistintamente su un unico piano di risalto tutta la musica trasparente e i Maestri del Blues, il genere questo che ha creato le fondamenta della musica moderna.
Realizzare un programma radiofonico sulla musica del diavolo è davvero un grosso impegno, purtroppo siamo nell’era dove ogni solco è un ingranaggio economico, dove quattro battute stonate sono meglio di dodici fatte bene, dove si preferisce l’artista d’immagine a quello che parla con il cuore.

Note Blues

Note Blues è un programma nato nel lontano 8 Novembre del 2000, ideato, curato e condotto da Massimo Salvau. L’unico programma sul blues in Sardegna che vanta diretti e continui contatti con bluesman del panorama italiano.

Radio Sardegna Web dà spazio alla Musica Trasparente e a tutti quegli artisti che si riconoscono in un progetto che vuole dare colore alla musica ed è questo che permette a Note Blues il giusto collocamento: un contesto affine alla sua natura e ai suoi obiettivi.

Al principio il blues era un canto rurale, di ragazzi prelevati dal loro territorio d’origine e resi schiavi. Niente tecnologia e strumenti, solo sofferenza. Con il tempo il blues è diventato storia della musica contemporanea. Imbrigliare la musica nero americana in un programma radiofonico significa riproporre la tradizione orale di tutto un popolo, della sua cultura, a conservarne nel tempo il percorso sonoro: Note Blues fa ascoltare tutto questo. Molti blues non piacciono perché troppo vecchi o perché troppo semplici, altri piacciono perché sono moderni. Molti blues non piacciono perché parlano di povertà, emarginazione e sofferenza. Altri piacciono perché descrivono la realtà nuda e cruda delle cose.
Il blues è folklore, il blues è in ogni parte del mondo, ovunque ci sia sesso e sofferenza, amore e odio, povertà e ricchezza il blues è sempre li.

E Note Blues con lui.

Vuoi partecipare a Note Blues?

Per farlo devi amare il Blues, suonarlo con passione e…. contattarci su radiosardegnaweb@csmwebmedia.com specificando in oggetto alla mail “Note Blues”, ascolteremo qualsiasi vostra proposta.

QUANDO ASCOLTARLO:

Nel palinsesto di Radio Sardegna Web il programma è inserito in rotazione settimanale, è prevista una replica settimanale.

– GMT/UTC + 01:00 hour –
Martedì ore 22:00
Replica: Venerdì ore 03:00